Cerca nel Sito
Iscrizione Associazione
DIVENTA SOCIO

CORSO CONCILIATORI
 

RICHIESTA DIMISSIONI COA

 

 

Roma, lì 13 maggio 2014 

 

Al sig.re  Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Roma

 ed ai componenti del  Consiglio dell’Ordine

 

 

Oggetto : - delibera del Consiglio dell’ordine degli avvocati di Roma del                     10 maggio 2014 .

                 -Articoli di stampa e comunicazione delle Associazioni forensi                    romane in data 12 e 13 maggio 2014.

 

 

        Pregiatissimi Colleghi ed Amici,

 

abbiamo letto accuratamente le Vs comunicazioni e gli articoli  apparsi sugli organi di stampa che riguardano il nostro COA di Roma.

Siamo coscienti e rigidi nel concetto che per tutti vale il principio di non colpevolezza sino alla sentenza definitiva e che la notifica di un avviso di conclusione delle indagini comporti necessariamente l’iscrizione nel registro degli indagati e la presenza di un carico pendente. Pertanto, a chi è attinto da simile atto,  per i principi in cui crediamo,  esprimiamo tutta la nostra solidarietà; ma, all'Associazione “Le Toghe”, non interessano i profili di presunta responsabilità, né tanto il merito delle questioni che certamente saranno approfondite dagli organi deputati dalle Istituzioni all'accertamento della storicità dei fatti.

Tuttavia, questa Associazione, letta la delibera del Consiglio dell’Ordine del 10 maggio 2014 (ed i rilievi sottolineati dai Consiglieri avvocati Conte, Condello  e Stoppani) , non può che esprimere stupore e critica per le rivendicazioni politiche e la difesa personale espresse nell‘atto collegiale dell’attuale Consiglio, con gravi attacchi al CNF .

“Umiltà” vorrebbe da parte di tutti avere consapevolezza degli obblighi e dei compiti del Consiglio dell’Ordine ed avere la capacità emozionale di non confondere le proprie posizioni personali, anche attraverso naturali atteggiamenti difensivi, con le attività istituzionali ed amministrative.

 La DELIBERA del COA,  di cui in oggetto, ha mostrato grande debolezza  nel salvaguardare tali principi istituzionali, che devono resistere in qualsiasi tempo, per la difesa e tutela delle prerogative della categoria forense, nonché sussistere in futuro per qualsiasi impegno istituzionale.

Pertanto, L’Associazione chiede al Presidente ed a tutti i Consiglieri  del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma che hanno condiviso la delibera del 10 maggio 2014, un passo indietro, rassegnando le proprie dimissioni , come atto di rispetto e serenità verso l’Avvocatura romana, dimostrando di avere consapevolezza, di non aver del tutto confuso il diritto di difesa con il dovere di servizio e  con gli obblighi amministrativi verso gli Avvocati romani.

 

  avv. Saveria Mobrici                            avv. Antonio Ferdinando De Simone

       Presidente Associazione “Le Toghe                 add. U.R.P. Associazione “Le Toghe”

 

avv. Andrea Fratto

Tesoriere Associazione “Le Toghe

 

Presidente avv. Saveria Mobrici

Via della Giuliana, 35 - 00195 ROMA

Tel. 06/3720944

www.letoghe.com -  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Pross. > Fine >>

Risultati 9 - 9 di 9

© 2020 Associazione Le Toghe Roma C.F. 97507740583